Tutte le nostre biblioteche: classicistranieri.com - classicistranieri.org - classicistranieri.eu - classicistranieri.it - classicistranieri..net - controversi.org

SCARICA L'INTERA WIKIPEDIA STATICA IN ITALIANO

Portale:Letteratura - Wikipedia

Portale:Letteratura

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Biblioteca di Babele - Portale letterario
Collabora a Wikiquote
«Un buon lettore, un grande lettore, un lettore attivo è un "rilettore"»

Benvenuto al Portale della letteratura della Wikipedia in lingua italiana.
Questo portale è stato pensato come pagina di riferimento e punto di partenza per chi è interessato alla letteratura. Da qui si può accedere facilmente alle voci e alle sezioni di maggiore interesse, verificare il lavoro da svolgere, proporre la creazione di nuove voci...

Se non vedi le ultime modifiche, prova a svuotare la cache

[[Immagine:{{{sfondo}}}|center]]
[[Image:{{{logo}}}|25px]]
In evidenza
Premio Nobel
Nobel per la letteratura
[[{{{anno}}}]]
Collabora a Wikiquote
«À la question toujours posée: 'Pourquoi écrivez-vous?' La réponse du poète sera toujours la plus brève: 'Pour mieux vivre.'»
(Saint-John Perse)
Collabora a Wikiquote
«Alla domanda sempre rivolta: 'Perché scrivi?' La risposta del poeta sarà sempre la più breve: 'Per vivere meglio.'»
(Trad. V.rota)

Saint-John Perse, pseudonimo di Alexis Léger, fu un poeta e diplomatico francese nato il 31 maggio 1887 a Pointe-à-Pitre (Guadalupa) e morto sulla penisola di Giens (Francia) il 20 settembre 1975. Fu insignito nel 1960 del Premio Nobel per la Letteratura "per l'ambizioso volo e le evocative immagini della sua poesia".

Utilizzò anche lo pseudonimo Saint-Leger Leger: benché all'anagrafe il suo cognome avesse un accento, preferì utilizzarlo sempre in questa forma.

Indice

[modifica] Biografia

Era l'unico maschio di cinque figli. Apparteneva a una famiglia aristocratica: sua madre, Françoise Renée Dormoy, era figlia di bianchi creoli residenti da lungo tempo nelle Antille; gli antenati di suo padre, l'avvocato Amédée Léger, avevano vissuto in Guadalupa sin dal 1815. La famiglia divideva il proprio tempo fra le due piantagioni possedute: una di caffè e l'altra di canna da zucchero. Alexis Leger trascorse un'infanzia paradisiaca in Guadalupa fino al 1899, a stretto contatto con la natura, sviluppando una sensibilità particolare per gli animali e godendo dell'atmosfera di grande libertà e scambio culturale dell'isola (in Guadalupa erano presenti lavoratori di tutte le razze). Da bambino prese lezioni private da un vecchio ufficiale di marina, da un botanico e da un maestro di latino. Nel 1895 perse una sorella; nel 1896 cominciò gli studi liceali.

Nel 1897 la situazione economica e politica in Guadalupa si deteriorò a causa di una crisi nel settore della canna da zucchero e dell'elezione del primo presidente nativo di Guadalupa, Hégésippe Légitimus, il quale assunse un atteggiamento vendicativo nei confronti dei coloni. La famiglia andò in rovina e fu costretta a trasferirsi in Francia: nel 1899 avvenne il distacco definitivo dalla terra natale e il trasferimento in Europa. La famiglia si stabilì a Pau (Francia), città cosmopolita sui Pirenei, ricca di immigrati. Il giovane Alexis, estirpato dalla terra natìa, visse il trasferimento come un esilio; tuttavia, trascorreva molto tempo praticando sport: gite, scherma, equitazione, vela. Ebbe inoltre l'occasione di frequentare il poeta Francis Jammes, conosciuto nel 1902. Dopo aver frequentato il liceo del posto e aver conseguito il baccalauréat con lode nel 1904, a partire dallo stesso anno cominciò gli studi di diritto a Bordeaux, dove seguì anche i corsi di lettere, filosofia e medicina: è il segno di un'intensa attività intellettuale. Le sue letture preferite eranoPindaro, Baudelaire, Bossuet; delle opere di Pindaro approntò anche delle traduzioni nel 1906. Prestò servizio militare nella fanteria a Pau. Nei circoli culturali e negli ambienti che frequentava, ebbe l'occasione di incontrare Odilon Redon, Jacques Rivière, André Gide e Paul Claudel, che lo incoraggiarono nella carriera letteraria. Nel 1907 fu costretto a interrompere gli studi a causa del peggioramento della situazione economica famigliare susseguente alla morte brutale del padre, avvenuta in quell'anno; tuttavia, riuscì lo stesso a conseguire la laurea nel 1910.


continua...

[[|Leggi...]]
[[Immagine:{{{sfondo}}}|center]]
[[Image:{{{logo}}}|25px]]
Collabora a Wikiquote
«Una maschia gioventù, con romana volontà: verrà, quel dì verrà, che la Gran Madre degli Eroi ci chiamerà ...»

Con romana volontà (sottotitolo: Quando eravamo una maschia gioventù) è il titolo di un libro di Giorgio Vecchiato pubblicato nel 2005 da Marsilio Editore per la collana Gli specchi (serie Gli specchi della memoria).
Il titolo - ed il relativo sottotitolo - traggono spunto da uno dei più conosciuti inni della Patria e della Rivoluzione cantato dai giovani avanguardisti al termine degli esercizi ginnici tenuti durante le adunate del sabato degli iscritti alla gioventù fascista.

Scritto con la formula dell'io narrante - a mezza strada fra l'autobiografia e il saggio di impronta storica riferito ad un determinato periodo dell'Italia della prima metà del Novecento (quello caratterizzato dall'era fascista) - il libro, divertissement della memoria, come specificato nelle note di copertina, ripercorre con arguzia e dovizia di particolari l'arco temporale del ventennio che caratterizzò l'ascesa, il controllo del potere e la caduta del fascismo, visto nell'ottica dell'autore, al tempo giovane studente liceale della borghesia veneziana.

[modifica] Gimmi, Finetta e le altre

Appoggiandosi in maniera massiccia ad un linguaggio volutamente triviale, Vecchiato focalizza con esito favorevole il picaresco impianto narrativo principalmente sulla primavera del 1942 quando l'Italia era impegnata in campagne militari nell'est balcanico e nell'Africa orientale.

In un viaggio a ritroso nel tempo e nella memoria (personale e, nel contempo, di un'intera generazione), fra calli e campielli, nell'evocazione delle brume che avvolgono san Marco e Rialto con i loro bar, ritrovi per giocatori, case di tolleranza, in mezzo ad una moltitudine di caratteri (fra gli altri, Gimmi, faccia da teppa, giacchino testa di moro e brache a tubo, i due ripetenti Vacca e Toro, e il folto gruppo delle ragazze sempre pronte a farsi palpare ma anche a dire di no, fra cui spicca la memorabile figura di Finetta, troppo assorta con il suo cerchio per occuparsi d'altro) la storia fa i conti con le figure ufficiali del regime, i gerarchi e gli alti ufficiali del Partito Nazionale Fascista, affiancati qui da figure ridotte a a poco più che macchiette come, ad esempio, lo squadrista Pedrenzon e il seniore Marinello (il cui nome viene storpiato dai giovani fascisti in Merdinello).



Continua...


[[|Leggi...]]
[[Immagine:{{{sfondo}}}|center]]
[[Image:{{{logo}}}|25px]]
Invito alla lettura

A vent'anni dalla prima edizione esce una nuova edizione di Ex cattedra in un volume arricchito da altre storie di scuola. Nell'introduzione Starnone fa un bilancio della propria esperienza di insegnante che è anche un bilancio della scuola italiana degli ultimi anni. La scuola raccontata in Ex cattedra è la scuola del vuoto e negli scritti posteriori è inevitabile che ci sia un confronto con la scuola di oggi. Un confronto che fa riflettere. Domenico Starnone, da Ex cattedra e altre storie di scuola - Feltrinelli, 2006 ISBN 880749048X

[[|Leggi...]]
[[Immagine:{{{sfondo}}}|center]]
[[Image:{{{logo}}}|25px]]
Novità in libreria

Imprimatur di Rita Monaldi e Francesco Sorti, editrice DeBezige Bij, Amsterdam 2006

Romanzo storico- Finalmente, dopo un’attesa durata anni, dal 25 agosto 2006 è di nuovo possibile acquistare Imprimatur in lingua italiana. Torna così di nuovo ai lettori il romanzo proibito che, a causa di un silenzioso boicottaggio, migliaia di italiani non hanno potuto leggere, mentre fuori dai nostri confini è diventato un acclamato bestseller internazionale. A rendere possibile il ritorno in patria del libro di Monaldi & Sorti è un caso editoriale straordinario: a ristampare il romanzo in italiano non è stata una casa editrice del nostro paese, bensì l’editore olandese De Bezige Bij, che ha realizzato un’edizione speciale a tiratura limitata nella nostra lingua. Per volontà dei suoi autori, Imprimatur potrà essere acquistato solo tramite Internet, le librerie italiane all’estero e quelle straniere in Italia: nelle librerie tradizionali invece (Feltrinelli, Mondadori, etc.) non lo troverete.
Romanzo Reale- Un libro: “Il Broglio?… un esperto di informatica e un Presidente di seggio elettorale… Cosa è veramente accaduto il 9 e 10 aprile del 2006? I risultati delle elezioni politiche del 9 e 10 aprile 2006 sono stati falsati ? C'è stato veramente il grande imbroglio basato sulle schede bianche ? Il mistero dell’incredibile risultato delle elezioni politiche con sullo sfondo il dramma di un Paese dipinto con sottile ironia. Un libro giallo, drammatico e ironico; un Romanzo Reale, una storia vera, una caccia appassionante sulla grande rete che, alla fine, inesorabile svelerà la Verità.
  • Da Dresda a Venezia a piedi. Ancora in viaggio con la Musa di James Henry, editrice Marco Polo, Venezia, 2006: Diario di viaggio- L'autore, viaggiatore e poeta irlandese dell'Ottocento, racconta il suo viaggio a piedi attraverso la Sassonia, la Boemia, la Baviera, l'Austria, il Tirolo, il Cadore e la pianura veneta fino a Venezia. Singolare ed eccentrico "grand tour" ricco di descrizioni naturalistiche e di vignette di varia umanità, da cui traspare un'originale ed anticonformistica visione del mondo e della vita.
Romanzo- L'autrice racconta in forma di diario comico-satirico la sua esperienza di trenta giorni in un call center come telefonista. Una storia esilarante e amara di precariato, di rapporti umani strumentalizzati e di spassose telefonate alla casalinga media, descritte con spietata ironia. Il surreale mondo del marketing telefonico visto da dentro e raccontato senza vittimismo.
  • La solitudine di Elena di Juan José Millàs, Einaudi, Torino, 2006
Romanzo- In questo romanzo breve l'autore, che ha vinto il Premio Nadal 1990, ricostruisce il cammino della propria vita. Ripercorre il periodo dell'infanzia, quello della giovinezza, ricorda le amicizie, l'amore, il matrimonio, con i suoi sogni e i suoi tradimenti, fino a giungere ad una personale ricostruzione che segnerà la sua risurrezione.
  • Immigrazione, integrazione e crimine in Europa, di Luigi Maria Solivetti, il Mulino, Bologna, 2005
Saggio -Il saggio si basa su un approfondito lavoro di ricerca sul quadro attuale dell'immigrazione in Europa, sull'incidenza degli immigrati sulla criminalità e infine le caratteristiche dell'immigrazione.
Diario di viaggio - Una missione parlamentare italiana compie un viaggio nella città afghana per incontrarsi con il Presidente Hamid Karzai, con l'ex re Zahir Shah, con i Ministri alla Condizione Femminile e alla Pubblica Istruzione, ma nessuno di loro riesce a trovare una risposta soddisfacente sulla condizione della donna afghanistana. La risposta verrà dall'osservazione diretta e attenta della vita che si svolge nella città.
  • Sottomesse. La violenza sulle donne nella coppia di Marie-France Hirigoyen, Einaudi, 2006.
Saggio - Nel suo saggio l'autrice sostiene che spesso il fenomeno della violenza nella coppia viene messo in evidenza solamente guardando alla parte visibile dell'aggressività, mentre quello è in realtà solo un aspetto del problema. Esiste la violenza psicologica, assai più grave di quella fisica perchè denuncia sempre lo scopo primario: quello del dominio.
Saggio - Il saggio, che porta come sottotitolo Tolleranza zero per gli errori di puntegggiatura, è un gustoso pamphlet inglese sulla punteggiatura che riporta divertenti anedotti, strani equivoci e clamorosi errori per colpa appunto di una virgola in più o in meno.
  • Mille fili mi legano qui. Vivere la malattia di Silvia Bonino, Laterza, Bari, 2006
Saggio - Il testo, che è diviso in cinque parti, è scritto da una psicologa affermata che cerca di "fondere insieme la conoscenza teorica con l'esperienza personale, la scienza e la testimonianza". In esso vengono introdotti i principi teorici della psicologia dello sviluppo e della salute, affrontate le questioni fondamentali legate al ruolo dell'individuo malato, esaminati gli aspetti psicologici, sia emotivi che cognitivi, del vivere la malattia, considerate le relazioni di cura con i problemi legati alla terapia, presi in esame i rapporti del malato con gli altri.
Storia contemporanea - Partiamo da un se. Alteriamo l’ordine della “fabula?, e peschiamo dall’intreccio di fatti e speculazioni. Se il teschio trovato il 14 maggio 2001 nel confessionale della chiesa di San Gregorio VII a Roma fosse quello di Emanuela Orlandi questo libro non avrebbe motivo di esistere. Il cerchio si chiuderebbe. Perché il se può essere raggelante. Paralizza. È una porta socchiusa dietro cui potrebbe nascondersi di tutto, è il terrore fatto parola. È la somma delle possibilità cui è appesa la nostra vita. Un se. Ma, d’altro canto, se quel teschio non appartenesse a Emanuela Orlandi, i fili di questa vicenda continuerebbero a penzolare, le parole si moltiplicherebbero, la “fabula? sarebbe infinita. E, a sua volta, genererebbe un’ennesima serie di se. E di perché.
[[|Leggi...]]
[[Immagine:{{{sfondo}}}|center]]
[[Image:{{{logo}}}|25px]]
Agenda

[modifica] Eventi quotidiani

Sono stati ritrovati 56 componimenti inediti di Eugenio Montale (1896-1981)

[modifica] Eventi del mese di Ottobre

  • Anniversario di Montale
  • L'istituto per il libro ha promosso un progetto per un nuovo "Sistema della lettura" per rilanciare e incentivare la rete di strutture che sono impegnate nella promozione del libro. Nel mese di ottobre si concentrerà pertanto un vasto programma di eventi letterari in ogni luogo della lettura, dalle piazze ai festival, dalle biblioteche alle scuole. In oltre duecentotrenta comuni italiani si potrà partecipare a letture, a mostre di libri antichi, a bookcrossing, a maratone letterarie, a notti bianche dei libri.

- per informazioni rivolgersi a [ufficiostampa@exlibris.it] o al n° telefonico 011-5216419

- per informazioni rivolgersi a ufficio stampa@exlibris.it o al n° telefonico 011-5216419.

  • Dal 13 al 15 ottobre si svolgerà a Pisa, alla stazione Leopolda, la fiera dell'editoria indipendente "Pisa Book Festival". Il paese ospite sarà la Repubblica Ceca e alla sua cultura e alla sua storia saranno dedicati dibattiti e tavole rotonde. Ci sarà inoltre una mostra delle fotografie di Jan Reich e uno spazio assegnato alla Biblioteca dei libri proibiti che comprende tutta la letteratura samizdat Ceca e Slovacca dagli anni Sessanta al 1989.

- per informazioni rivolgersi a stampa.pisabookfestival@contest.it, telefono 011-5096036


[[|Leggi...]]
[[Immagine:{{{sfondo}}}|center]]
[[Image:{{{logo}}}|25px]]
Antonio Gramsci

Antonio Gramsci (Ales, 22 gennaio 1891 - Roma, 27 aprile 1921) è stato un politico, filosofo e scrittore italiano, tra i fondatori - il 21 gennaio 1921 - del Partito Comunista d'Italia.
Gramsci fu figlio di Francesco (1860 - 1937) e di Peppina Marcias (1861 - 1932). Francesco, originario di Gaeta, era studente di legge quando morì il padre, colonnello dei carabinieri; dovendo trovare subito un lavoro, partì per la Sardegna nel 1881 per impiegarsi nell'Ufficio del registro di Ghilarza. Qui conobbe Peppina, che aveva studiato fino alla terza elementare; malgrado l'opposizione dei suoi genitori, rimasti in Campania, la sposò nel 1883. Nacquero Gennaro, nel 1884, Grazietta, nel 1887, Emma, nel 1889 e nel 1891, ad Ales, Antonio, battezzato il 29 gennaio.
continua...

[[|Leggi...]]
[[Immagine:{{{sfondo}}}|center]]
[[Image:{{{logo}}}|25px]]

Per suggerimenti o semplicemente per chiacchierare in libertà entra nel Caffè letterario.

Vi si possono porre domande e inserire comunicazioni ma è utile anche per coordinare il lavoro intorno alle voci di letteratura presenti nella nostra Wikipedia.


In questa pagina sono visibili alcune poesie in tema con Wikipedia e i wikipediani
[[|Leggi...]]
[[Immagine:{{{sfondo}}}|center]]
[[Image:{{{logo}}}|25px]]

Le vere biografie dei poeti sono come quelle degli uccelli, quasi identiche - i dati vanno ricercati nei suoni che emettono. La biografia di un poeta è nelle sue vocali e sibilanti, nella sua metrica, nelle rime e nelle metafore. L'opera complessiva di un poeta è una testimonianza resa al miracolo dell'esistenza.

da Mappa del Nuovo Mondo di Derek Walcott

Collabora anche tu al progetto Wikiquote

[[|Leggi...]]
[[Immagine:{{{sfondo}}}|center]]
[[Image:{{{logo}}}|25px]]
Novità su it.wiki
[[Immagine:{{{sfondo}}}|center]]
[[Image:{{{logo}}}|25px]]
Categorie
[[Immagine:{{{sfondo}}}|center]]
[[Image:{{{logo}}}|25px]]

Se sei interessato a collaborare al progetto, vieni alla pagina del Progetto Letteratura: offerte di lavoro interessantissime ti attendono! Altrimenti... Cosa?!? Non sei interessato?!?!?

Ci sono voci da completare, altri da wikificare e altri ancora stub.

Richieste di traduzione per chi conosce le lingue straniere.

Nell'archivio incipit, nell'archivio explicit e nell'archivio paragrafi, puoi trovare alcune interessanti segnalazioni passate.

La mappa è utile per orizzontarti nel Progetto...

[[|Leggi...]]
[[Immagine:{{{sfondo}}}|center]]
[[Image:{{{logo}}}|25px]]
[[Immagine:{{{sfondo}}}|center]]
[[Image:{{{logo}}}|25px]]
Progetti parenti
      Wikisource
Una biblioteca di testi originali di contenuto libero.
Visita il Progetto letteratura di wikisource
      Wikibooks
Una collezione di libri di testo e manuali.
Visitane il Ripiano commenti a testi letterari.
      Wikiquote
Un compendio completamente in linea di frasi celebri.
Visita le citazioni letterarie
[[|Leggi...]]
[[Immagine:{{{sfondo}}}|center]]
[[Image:{{{logo}}}|25px]]
Mappa generale
In questa pagina sono riunite razionalmente tutte le pagine e sottopagine del Portale e del Progetto: da questa mappa è possibile raggiungerle direttamente.
[[|Leggi...]]